Alla scoperta del “salotto della città di Milano” … chi arriva a Milano non può esimersi dal fare una bella passeggiata nel “salotto buono della città”, ammirando la famosa Galleria Vittorio Emanuele II, un passaggio pubblico coperto che collega tra loro Piazza Duomo e Piazza della Scala.

Fu il giovane architetto Giuseppe Mengoni ad ideare, nel 1859, il progetto di una lunga galleria attraversata da un braccio, con al centro dell’incrocio una grande “sala” ottagonale, e ad utilizzare ferro e vetro come materiali per la costruzione, protagonisti della rivoluzione industriale che si stava attuando in quel periodo. Fu realizzata in stile eclettico, con grottesche, cariatidi, lunette e lesene.

La Galleria ha presentato nel tempo un luogo “signorile”, importante per i milanesi e per i turisti che si ritrovano a qualunque ora nei vari bar e ristoranti che lì hanno sede, oltre a librerie famose, a negozi di grandi firme. Tra quelli più conosciuti, il famoso Camparino, rimasto pressoché immutato con i mosaici di Angelo d’Andrea e gli arredi di Eugenio Quarti (1921), e i due prestigiosi bar ristoranti Biffi e Savini, ampiamente rinnovati.

L’ottagono centrale è caratterizzato da un pavimento a mosaico in cui è raffigurato lo stemma di Casa Savoia. Nelle lunette attorno alla volta, sono rappresentate le allegorie dei quattro continenti: Africa, Asia, Europa e America. Una tradizione molto particolare si è oramai diffusa tra i vari turisti e visitatori che ogni giorno affollano la Galleria. Un rito scaramantico e porta fortuna prevede che ogni passante ruoti su stesso per tre volte stando col tallone del piede destro sui genitali del toro ritratto a mosaico all’interno dello stemma della città di Torino sul pavimento dell’Ottagono della Galleria.

La Galleria rappresenta oggi il luogo dello shopping di lusso della città meneghina e, visitandola durante il periodo natalizio, la si potrà ammirare in tutto il suo splendore, con il maestoso albero realizzato al centro dell’Ottagono e con le mille decorazioni che la rendono ancora più elegante, gustando un buon caffè o perdendosi davanti alle incantevoli vetrine.

Taggato su:
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *