Sul confine tra Marche e Romagna, sorge uno dei borghi più belli e affascinanti d’Italia, Gradara, dominato dalla sua inconfondibile Rocca. Il borgo medievale di Gradara fa parte dei cento borghi più belli d’Italia per via del suo fascino tutto medievale, per la maestosità della sua Rocca e del suo Castello che, dall’alto del colle di Gradara, dominano l’intera vallata spingendosi fino all’azzurro del Mar Adriatico.

Fin dall’antichità Gradara ha attirato molte genti, così come oggi è meta di tanti turisti e visitatori che rimangano incantati per la bellezza del luogo, del paesaggio e la storia che si respira ai piedi della Rocca. Visitare il Castello è come immergersi in un’altra dimensione temporale, quella medievale, appunto, che rende unico e magico questo posto. La storia di grandi famiglie dell’epoca si intreccia con eventi leggendari. Il Castello, infatti, nato come fortezza militare, divenne in seguito residenza nobiliare e ospitò le famiglie dei Malatesta, degli Sforza, Borgia, Della Rovere. Al suo interno si possono ammirare tutti gli ambienti militari, come ad esempio la Sala delle Torture e il Cortile d’Onore, e gli ambienti residenziali dove visse la nobiltà, come la Sala della Passione, il Camerino di Lucrezia Borgia, la Sala dei Putti, la Camera di Francesca.

Tante sono le vicende narrate e vissute tra le mura della Rocca. La più importante rimane sicuramente quella legata alla tragica storia d’amore di Paolo e Francesca, i due amanti sfortunati di cui Dante canta nel V canto dell’Inferno. Tra le mura della Rocca, infatti, i due cognati, divenuti amanti, vissero la loro travolgente storia d’amore e trovarono la morte scoperti dal marito di Francesca, Giovanni Malatesta signore di Rimini.

Storia, amore, passione, bellezza, cultura e arte sono gli elementi distintivi che fanno di Gradara e del suo Castello la meta ideale per conoscere una parte dei meravigliosi tesori della penisola italica.

Taggato su: ,
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *