Il parco storico della città di Firenze, il Giardino di Boboli è uno dei più importanti esempi di giardino all’italiana in tutto il mondo e può essere considerato un vero e proprio museo all’aperto, sia per l’impostazione architettonico – paesaggistica che per la collezione di sculture collocate all’interno. Il Giardino fu costruito tra il XV e il XIX secolo occupando un’area molto vasta di circa 45.000 metri quadrati. Il primo nucleo venne acquistato nel 1550 da Eleonora di Toledo, moglie di Cosimo I de’ Medici, dalla famiglia Pitti.

Un luogo unico e speciale che ha anche segnato la storia della città di Firenze, legata alle famiglie nobili e aristocratiche. Un luogo in cui si sviluppano terrazze, viali, vialetti, vedute prospettiche con statue, fontane, sculture, sentieri, giardini recintati in una inesauribile fonte di ambienti curiosi e scenografici in cui poter ammirare angoli di notevole suggestione.

Il Giardino di Boboli è nel complesso una vera e propria opera d’arte all’aperto di grandi proporzioni che colpisce il visitatore per le statue e le costruzioni architettoniche di notevole bellezza realizzate dai grandi scultori e maestri dell’epoca. Un luogo in cui perdersi immersi in uno scenario da favola.

Taggato su: ,
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *