Sinonimo di dinamismo e modernità, il Lingotto Fiere di Torino è diventato oggi uno dei maggiori centri multifunzionali di tutta Europa. Nato intorno agli anni ’20 del secolo scorso, il Lingotto è stato uno dei principali stabilimenti di produzione della Fiat. Al suo interno sono stati prodotti, infatti, tanti modelli di automobili, quali la mitica Topolino, la Balilla, la Torpedo. Negli anni Ottanta, in seguito allo spostamento della produzione in altri impianti, il Lingotto venne chiuso ed venne attivata una sorta di “consultazione” internazionale per il recupero dello stabilimento. Ebbe così inizio un lungo processo di ristrutturazione, sotto la guida del famoso architetto Renzo Piano.

Nella sua nuova veste, il Lingotto rappresenta una struttura poliedrica e versatile che offre una serie di spazi utilizzabili in svariati modi e che corrispondono a qualsiasi esigenze. Ampi spazi espositivi, il centro congressi, l’auditorium Giovanni Agnelli, la pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli, la pista automobilista, il centro commerciale 8 Gallery, il multisala: un centro unico, efficiente, altamente flessibile e in grado di fornire un’ampia gamma di servizi basati sulla competenza e la professionalità.

Molti sono gli eventi organizzati all’interno dell’ampia superficie del Lingotto Fiere, e molti di questi eventi sono ormai considerati appuntamenti fissi di risonanza internazionale come, ad esempio, la Fiera Internazionale del Libro, il Salone Internazionale del Gusto, Artissima, Expocasa, e tantissimi altri eventi che richiamano migliaia di visitatori.

Taggato su: ,
Commenti

Un intervento su “Il Lingotto Fiere di Torino

  1. Pingback: √ Il Lingotto Fiere di Torino | Turismo on line

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *