MAMbo: il Museo d’Arte Moderna di Bologna

Inaugurato nel 2007, il MAMbo è la sede principale dell’Istituzione della Galleria d’Arte Moderna di Bologna, a cui è indissolubilmente legato, e che comprende anche la Villa delle Rose, il Museo per la Memoria di Ustica, il Museo Morandi e Casa Morandi. Con una superficie molto estesa, circa 9.500 metri quadrati, il MAMbo rappresenta un luogo di grande interesse culturale e la sua posizione, situato nel cuore del distretto culturale della Manifattura delle Arti, lo pone anche al centro di realtà dedicate alla ricerca e all’innovazione.

All’interno del museo, è condensata l’espressione artistica più innovativa partendo dal secondo dopoguerra ad oggi. Così come progettato, il MAMbo rappresenta la maggiore sede più propensa alla ricerca artistica contemporanea, il luogo in cui si attivano processi culturali innovativi e prendono vita le ultime tendenze artistiche. Il museo custodisce al suo interno un patrimonio molto vasto stimato in oltre 5000 opere, di cui 800 custodite presso il Museo Morandi. La Collezione Permanente del MAMbo, suddivisa in quattro sezioni, Arte e ideologia, Arte astratta e informale, Per una Storia della GAM (1968-2008). Estratti e Focus on Contemporary Italian Art, rispecchia nell’espressione artistica la storia italiana, soprattutto quella degli anni Sessanta e Settanta. Insomma, visitare il MAMbo non è solo una semplice visita in un museo ma rappresenta una vera e propria esperienza che arricchirà il proprio bagaglio di conoscenze artistiche e culturali.

Taggato su:
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *