Vacanze alternative a Mykonos

Mykonos è una delle isole più popolari e apprezzate in Grecia, soprattutto per quanto riguarda la vita notturna estiva, considerata seconda solo a quella di Ibiza. Trovare biglietti aerei per questo periodo dell’anno non è impossibile, anche se bisognerà prenotare con un certo anticipo (lasciate stare offerte last minute visto che non se ne trovano quasi mai). L’isola si presenta come una località piuttosto lussuosa a tutti i livelli, cosa che la porta a essere visitata da numerosi VIP e che spinge verso l’alto i prezzi degli hotel a Mykonos. Anche in questo caso se non si prenota con un certo anticipo, diventa impossibile trovare qualcosa di decente.

Le spiagge di Paradise e Superparadise sono le più attrezzate turisticamente parlando, con un gran numero di pub, locali dove ballare, chioschi e ristoranti dove mangiare. Qui è inoltre possibile praticare sport acquatici e per chi lo vuole anche dedicarsi al nudismo negli angoli delle spiagge.

Per chi pensa che Mykonos sia una località dove è difficile riposare, rimarrà piacevolmente sorpreso di scoprire che le possibilità di quiete e silenzio sono quasi infinite. Le numerose e piccole spiagge disseminate e nascoste lungo la costa e il capoluogo dell’isola, chiamato la Chora (apprezzabile per le sue bianche casette tipiche dell’architettura cicladica, i suoi stretti vicoli e i suoi mulini), regalano infatti momenti d’assoluto relax. Sempre a la Chora si possono trovare taverne tradizionali, ristoranti con cucina locale e  internazionale, pub e discoteche. La vita notturna a Mykonos si svolge all’insegna dell’anticonformismo all’interno di taverne, bar, ristoranti e discoteche.

I mesi migliori per visitare quest’isola sono giugno e luglio, visto che in questo periodo il clima è ottimo, i turisti non eccessivamente numerosi e tutto è più appetibile e meno caotico. Si può optare anche per settembre, visto che in questo periodo si tengono peraltro fantastici party di fine stagione.

Mykonos è comunque anche cultura e storia, visto che qui si possono visitare le famose chiesette bizantine sulle alture dei dintorni o la Chiesa della Panaghia Paraporthiani, il Museo d’arte popolare, il Museo archeologico, il Monastero della Panaghia Tourliani (nei pressi di Ano Mera), le rovine di Panormòs a Palio Kastro, il castello di Darga o i resti archeologici nei pressi di Lino, Portes e di Mavri Spilia.

Taggato su: ,
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *